Pops, l’innovativa tecnica mini-invasiva che salva l’utero – OSTEOPATA MARZIALE

Pops, l’innovativa tecnica mini-invasiva che salva l’utero

OSTEOPATA D.O.m.R.O.I. Corso Roma | Isola del Liri

Pops, l’innovativa tecnica mini-invasiva che salva l’utero

Marzo 6, 2019 benessere donna 0
  1. Prolasso Uterino
  2. Causa
  3. Segni e Sintomi
  4. Diagnosi
  5. Medico Ginecologo
  6. Osteopata della Donna


Le informazioni presenti in questo articolo sono di carattere generico e sono fornite a scopo educativo e di intrattenimento. Nessuna informazione presente deve essere considerata come consiglio medico o come soluzione ad un problema di salute. Giuseppe Marziale Osteopata non divulga servizi medici o servizi professionali sulla salute e non garantisce l’accuratezza e la completezza delle informazioni rese disponibili. Nel testo, non tutte le persone possono seguire questi consigli. Consultate il vostro medico di fiducia per accertare che condizioni vi permettano di poter praticare in totale sicurezza i consigli proposti da Marziale Giuseppe Osteopata. Giuseppe Marziale Osteopata non è responsabile per danni, infortuni, danni fisici o altri danni alla vostra persona. Proseguendo la lettura di questo articolo sollevi Marziale Giuseppe Osteopata da ogni responsabilità derivante dal suo utilizzo e accettate di utilizzare le informazioni presenti a vostro rischio.

>>WathApp solo Prenotazione<<



RIAPRIREMO PRESTO NELLA MASSIMA IGIENE E SICUREZZA

>>CHIAMA e PRENOTA<<



1.Cos’è il prolasso uterino

Il prolasso uterino è lo scivolamento verso il basso dell’utero per un indebolimento del pavimento pelvico.
Il prolasso uterino può classificarsi in tre stadi:

1° grado, o lieve

2° grado, o moderato

3° grado, o grave. Caratteristiche: il pavimento pelvico troppo lasso consente all’utero di fuoriuscire dalla vagina.

Le donne in post-menopausa e quelle che hanno avuto più parti vaginali sono le più soggette a rischio.



l’osteopatia pediatrica è il fiore all’occhiello della medicina preventiva



2. Cause del prolasso uterino

Le cause di un prolasso uterino sono diverse:

Parto vaginale con complicazioni (lungo travaglio)
Feto di grandi dimensioni
Tosse cronica
Sollevamento di oggetti pesanti
Obesità
Stitichezza

Un’altro fattore è legato a precedenti interventi chirurgici agli organi addomino-pelvici come appendicite, colecisti ecc.



SOFFRI DI VERTIGINI? SOFFRI DI INSONNIA? NON RIESCI A DORMIRE BENE?

>>CHIAMA e PRENOTA<<



3. Sintomi, segni e complicazioni

I prolassi dell’utero lievi passano inosservati. I sintomi e i segni di un prolasso uterino importante sono:

Sensazione di pesantezza alla schiena
Fuoriuscita, più o meno evidente, dell’utero dalla vagina
Perdita di urina a volte
Dolore durante un rapporto sessuale
Sanguinamento e aumentata secrezione mestruali



QUANDO RICORRERE ALL’OSTEOPATIA A DOMICILIO



4. Diagnosi per il prolasso uterino

L’ecografia e la risonanza magnetica sono due esami non molto frequenti, poiché l’esame pelvico Medico Ginecologico, infatti, è più che esaustivo.



VI METTIAMO METTIAMO IN CONTATTO CON I MIGLIORI GINECOLOGI DELLA ZONA

>>RICERCA ELENCO<<



5. Terapia Medico Ginecologica del prolasso uterino

Nei casi più gravi di prolasso uterino, l’intervento Medico Ginecologico diventa indispensabile tramite un trattamento non chirurgico farmacologico o meccanico ( un anello di gomma, o di plastica, che va inserito nella vagina, serve a bloccare il prolasso degli organi pelvici). L’operazione chirurgica si rende indispensabile quando la donna avverte dolore forte tramite isterectomia che consiste nella rimozione dell’utero o tramite la sospensione dell’utero, che consiste nel trapianto di tessuto o materiale sintetico atto a fortificare i legamenti del pavimento pelvico indeboliti.



Dieci anni di dolore, ma alla fine ho vinto la cistite



6. Osteopatia per il prolasso uterino

L’Osteopata della Donna, in complementarietà e su consiglio del Medico Ginecologo, raccomanda, nei casi lievi,  di praticare costantemente gli esercizi di Kegel, che servono a rinforzare i muscoli del pavimento pelvico in concomitanza di riduzione di peso ed evitando il sollevamento di oggetti pesanti. Prevenire la stitichezza, con l’Osteopatia Viscerale, curare la tosse cronica, se presente, e non fumare sono buona norma per la Donna con prolasso uterino lieve. L’osteopata può apportare il suo contributo agendo, oltre che sull’aspetto tissutale perineale, anche sull’equilibrio osseo del bacino, della colonna lombare. In caso di accentuazione delle curve rachidee, con un’iperlordosi lombare, le pressioni intraddominali spingeranno l’insieme viscerale verso il basso provocando il prolasso uterino lieve e il conseguente scivolamento in cavità vaginale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *