Dolore Anteriore di Ginocchio – Sindrome Femoro Rotulea – OSTEOPATA MARZIALE

Dolore Anteriore di Ginocchio – Sindrome Femoro Rotulea

OSTEOPATA D.O.m.R.O.I. Corso Roma | Isola del Liri

Dolore Anteriore di Ginocchio – Sindrome Femoro Rotulea

Marzo 18, 2020 benessere donna 0


Le informazioni presenti in questo articolo sono di carattere generico e sono fornite a scopo educativo e di intrattenimento. Nessuna informazione presente deve essere considerata come consiglio medico o come soluzione ad un problema di salute. Giuseppe Marziale Osteopata non divulga servizi medici o servizi professionali sulla salute e non garantisce l’accuratezza e la completezza delle informazioni rese disponibili. Nel testo, non tutte le persone possono seguire questi consigli. Consultate il vostro medico di fiducia per accertare che condizioni vi permettano di poter praticare in totale sicurezza i consigli proposti da Marziale Giuseppe Osteopata. Giuseppe Marziale Osteopata non è responsabile per danni, infortuni, danni fisici o altri danni alla vostra persona. Proseguendo la lettura di questo articolo sollevi Marziale Giuseppe Osteopata da ogni responsabilità derivante dal suo utilizzo e accettate di utilizzare le informazioni presenti a vostro rischio.

>>WathsApp solo Prenotazione<<



INNOVAZIONE, IGIENE E SICUREZZA

>>CHIAMA e PRENOTA<<



1.Cos’è la condropatia rotulea nella donna

La condropatia rotulea è una patologia dolorosa per causa del deterioramento della cartilagine del ginocchio.



l’osteopatia pediatrica è il fiore all’occhiello della medicina preventiva



2. Cause di condropatia nella donna

L’insorgenza della condropatia rotulea dipende da un movimento improprio della rotula, che comporta lo sfregamento della sua parte interna contro la porzione distale del femore che genera infiammazione. Anche malformazioni congenite, che determinano l’assenza di un corretto allineamento tra femore, rotula e tibia, la presenza di una muscolatura anteriore e posteriore della coscia molto deboli e/o un forte squilibrio dei muscoli della coscia sviluppo la condropatia. La maggiore esposizione delle donne alla condropatia rotulea sembrerebbe dovuta alla minore massa muscolare, che caratterizza la popolazione femminile cosi come chi soffre di piedi piatti tende a sviluppare con più facilità disturbi alle ginocchia, tra cui anche la condropatia rotulea.



SOFFRI DI VERTIGINI? SOFFRI DI INSONNIA? NON RIESCI A DORMIRE BENE?

>>MAGGIORI INFO<<



3. segni e Sintomi della condropatia della donna

I classici sintomi della condropatia rotulea sono il dolore in corrispondenza della rotula o femoro-patellare, con la strana sensazione di “qualcosa che schiocca” che peggiora quando si trascorrerono molte ore in piedi.



QUANDO RICORRERE ALL’OSTEOPATIA A DOMICILIO



4. Diagnosi di condropatia nellA DONNA

In genere, l’iter diagnostico per l’individuazione della condropatia rotulea di pertinenza Medico Fisiatra, inizia con un accurato esame obiettivo e un’attenta anamnesi. Gli esami di diagnostica per immagini più significativi sono:

  • RMN al ginocchio mostra lo stato di salute della cartilagine della rotula
  • Raggi X al ginocchio permettono di valutare le condizioni delle ossa coinvolte nell’articolazione per escludere l’artrite per esempio

Sapere quanto è grave la condromalacia rotulea consente al Medico Fisiatra di stabilire qual è la terapia più adeguata.



CI FACCIAMO CARICO NOI DI TROVARE IL MIGLIOR FISIATRA IN ZONA

>>CHIAMA e PRENOTA<<



5. Terapia Medico ortopedica della condropatia dell’anziano

L’artroscopia diagnostica e terapeutica è un intervento che non richiede alcun ricovero ospedaliero. Il paziente, infatti, può lasciare l’ospedale qualche ora dopo la conclusione dell’operazione, una volta che gli effetti dell’anestesia locale sono svaniti del tutto.



Dieci anni di dolore, ma alla fine ho vinto la cistite



6. CONSIGLI DELL’Osteopata dellA DONNA per IL GINOCCHIO

L’applicazione del ghiaccio sull’articolazione dolente deve avvenire dalle 3 alle 5 volte al giorno, per non più di 20 venti minuti, abbinata al riposo nelle fasi dolorose. Sono buona norma Esercizi per il rinforzo e l’allungamento dei muscoli anteriori (quadricipite), posteriori (il cosiddetto hamstring), interni (adduttori) ed esterni (abduttori) della coscia. E’ buona norma, per alcune professioni, proteggere adeguatamente le ginocchia durante tutte quelle attività che prevedono l’impatto della rotula sul terreno/pavimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *